Opere Fine Art
La Percezione della Vita
Il mio amico, lo sciamano... L’artista non è chi “fa cose” ma chi, in un percorso “à rebours”, quasi fosse il Melquiadès di Gabriel Garcia Marquez, trae dall’imponderabile, l’anima di un frattempo infinito, mai finito, mobile, sfuggente, ma pure materico, vibratile, pulsante.
Come in un romanzo, le immagini di Renato pongono domande.
Sensazione, suggestione, emozione.
Donatello Bellomo

 

Illuminazioni
Dinanzi al mistero, mancano le parole. A volte, anzi, manca addirittura il fiato.
La sopraggiunta apnea, se prolungata annebbia la vista. E nel momentaneo capogiro, può capitare di intravvedere per un attimo qualcos'altro, come in un lampo, tracce d'altra realtà, forse uno squarcio di sovrarealtà.
Ferruccio Giromini

 

Oltre il confine
Una fotografia che tende a sottrarsi alla referenzialità tradizionale, per assumere le caratteristiche del sogno, della fantasia, della creatività pura.
Italo Zannier

 

Immagini della memoria
Le immagini s'impongono con l'audacia dell'opera d'arte di sublime espressività. Non possiamo sottrarci agli insinuanti messaggi che profondi si radicano nell'intimo e recuperano ciò che si credeva perduto o che, forse, abbiamo sempre ignorato.
Giuliana Scimé

 

Paesaggio Interiore
...con le punte del suo compasso fotografico, sostando nei luoghi antitetici di vita e di morte, il progetto di Begnoni assurge al regno dell'epica.
Gary Michael Dault

 

Humanitas
Immagini che superano la cattura dello sguardo e svelano pensieri fino a comunicare concetti universali che riguardano la natura dell'uomo, la sua condizione esistenziale, il suo destino.
Manuela Zanelli

 

 




Renato Begnoni Photographer | P.IVA 01409070230
Privacy policy

Logo MEN IN WEB